REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE
dello URBAN CENTER BITONTO – UCB

(ai sensi dell’art. 5 dell’Atto di Indirizzo per il nuovo Piano Urbanistico Generale approvato con Delibera di
Giunta n. 226 del 17/09/2015 )

Art. 1 – Contenuto del Regolamento

Il presente Regolamento disciplina la formazione ed il funzionamento dello Urban Center Bitonto, previsto dall’art. 5 dell’Atto di Indirizzo per il nuovo Piano Urbanistico Generale approvato con Delibera di Giunta n. 226 del 17 settembre 2015.

Art. 2 – Natura del Bitonto Urban Center

Lo Urban Center Bitonto (di seguito denominato UCB) nasce con il fondamentale obiettivo di supportare il processo partecipativo e di comunicazione pubblica durante il percorso di formazione del nuovo Piano Urbanistico Generale. Tale processo, come già evidenziato nell’Atto di Indirizzo, mira a:

  • coinvolgere la comunità locale nella costruzione di una visione dello sviluppo futuro che affronti i temi essenziali del processo di trasformazione territoriale ed economico-sociale;
  • raccogliere ed interpretare la domanda locale, con riferimento alle opportunità, alle risorse e ai problemi dello sviluppo per come sono percepiti dalla società locale;
  • utilizzare la conoscenza specifica del territorio da parte degli abitanti e degli attori organizzati presenti nella città, che costituisce una fonte essenziale per la formulazione di un progetto realmente capace di cogliere le diverse dimensioni della situazione locale;
  • mettere a sistema la competenza progettuale presente fra gli abitanti e gli attori locali, competenza fondamentale per il buon governo dei processi di trasformazione;
  • informare la cittadinanza del processo di costruzione del Piano, del progressivo stato di maturazione e definizione delle scelte di Piano, dei prodotti che via via verranno elaborati;
  • contribuire a fare della costruzione del Piano un evento nel quale la società locale sia effettivamente coinvolta nelle sue diverse articolazioni.

Pertanto lo Urban Center Bitonto è:

  • un luogo di dialogo tra attori istituzionali, sociali, economici e culturali.
  • un centro di ricerca e di confronto sulle storie, le identità, le memorie e i mutamenti del nostro territorio.
  • un incubatore di iniziative, aperto alle istanze provenienti dal territorio, per costruire in maniera condivisa progetti e scenari futuri.
  • uno spazio ”dinamico”, che si costruisce nel tempo attraverso la produzione di conoscenze condivise e lo sviluppo di reti di relazioni tra le realtà associative, il mondo del lavoro, gli attori economici pubblici e privati, i soggetti istituzionali.

Art. 3 – Attività e Finalità del Bitonto Urban Center

Il UCB, in collaborazione con l’Ufficio di Piano e con gli altri Uffici coinvolti nel processo di formazione del PUG, si adopererà per far conoscere sia i principali indirizzi politici, sia i principali progetti che stanno cambiando il territorio urbano di Bitonto, all’interno del territorio metropolitano. Lo UCB è il luogo in cui cittadini, istituzioni pubbliche, associazioni e rappresentanti del mondo sociale ed economico possono incontrarsi, apprendere e discutere le trasformazioni territoriali e urbane. Attraverso questo Osservatorio si attiveranno processi ed attività della conoscenza mirati ad una raccolta di dati di diversa natura provenienti dalle diverse realtà urbane, ad una sistematizzazione degli stessi ed una conseguente re-immissione della conoscenza nella comunità locale attraverso attività di vario tipo. Questa attività di output ed input ha due scopi: da un lato animare un dibattito culturale vero sui temi più importanti dello sviluppo urbano e
dall’altro aumentare la conoscenza diffusa sulla città al fine di una maturazione della stessa cittadinanza che si rende disponibile al contributo attivo nelle attività di pianificazione.

Esso viene attivato per:

  1. Stimolare l’interesse e la partecipazione dei cittadini attorno ai temi relativi allo sviluppo urbanistico del territorio municipale e della Città Metropolitana di Bari;
  2. Diventare un luogo fisico e virtuale di confronto tra gli attori economici, sociali e culturali implicati nei processi di trasformazione del territorio, promuovendo conoscenza, partecipazione e dialogo;
  3. Ricercare e sviluppare forme innovative di sinergia e di collaborazione con le associazioni che perseguono analoghe finalità nei comuni limitrofi;
  4. Valorizzare il patrimonio umano e l’associazionismo presenti sul territorio municipale rendendoli protagonisti del processo di trasformazione e rigenerazione urbana;
  5. Rendere disponibili i materiali e la documentazione informativa su tutti i Piani o programmi attivi sul territorio;
  6. Collaborare a predisporre materiale divulgativo sulla pianificazione programmata e su ogni iniziativa o provvedimento in materia urbanistica e ambientale, aventi ricadute sul territorio municipale;
  7. Collaborare alla stesura di ipotesi progettuali utili alla rigenerazione della città;
  8. Organizzare esposizioni, convegni, workshop, forum, assemblee;
  9. Collaborare per illustrare e fornire chiarimenti tecnici, sui materiali informativi divulgati;
  10. Organizzare e predisporre ogni supporto logistico e divulgativo, per lo svolgimento delle attività di cittadinanza attiva, finalizzate alla coinvolgimento di tutti i cittadini;
  11. Far emergere e promuovere progettualità latenti di idee e creatività diffuse da parte dei cittadini con concorsi, idee, seminari, eventi, esposizioni;
  12. Informare, oltre al quadro normativo urbanistico statale, regionale e comunale, su ogni atto di pianificazione e di progettazione, pubblica e privata, che prefiguri una significativa trasformazione del territorio, prima o contemporaneamente all’iter di approvazione dei relativi progetti;

La partecipazione dei rappresentanti istituzionali allo Urban Center Bitonto è autonoma e indipendente dallo svolgimento delle funzioni amministrative e istituzionali.

Art.4 – Struttura della Partecipazione – Organi dello Urban Center – Funzioni

Lo Urban Center Bitonto sarà composto da tre organi: il Direttivo, il Comitato Tecnico-Scientifico-Operativo e l’Assemblea Partecipativa.

  • Il Direttivo sarà presieduto dall’Assessore alle Politiche Urbanistiche e costituito inoltre dal Sindaco e dal Coordinatore dell’Ufficio di Piano, ed avrà il compito di dirigere e coordinare le attività dello Urban Center.
  • Il Comitato Tecnico-Scientifico-Operativo sarà costituito da tutti coloro che per capacità e ruolo potranno apportare un contributo pratico ed effettivo alle attività condotte dal UCB; si potrà richiedere la partecipazione al Comitato Tecnico-Scientifico-Operativo mediante la compilazione di un formulario in cui inserire tra le altre informazioni anche il know-how posseduto e l’ambito tematico in cui si vuole apportare il proprio contributo. Fanno parte del Comitato Tecnico-Scientifico-Operativo tutti gli assessori in carica della Giunta Comunale e tutti i componenti della
    Commissione Consigliare avente competenza urbanistica (in modo da fornire un’adeguata rappresentatività di tutta l’assise comunale) ed ai capigruppo consiliari. Braccio Operativo e
    Consuntivo del Comitato Tecnico-Scientifico-Operativo sarà il gruppo Smart Young Minds costituito da studenti, laureandi e giovani laureati che vorranno mettersi in gioco relativamente alle proprie competenze in un processo di assestamento e rilancio futuro della nostra città; al gruppo SYM sarà affidata la conduzione, l’animazione e la verifica di tutte le attività del UCB. Nell’ambito del Comitato Tecnico-Operativo saranno costituiti due gruppi di lavoro, uno dedicato alla frazione di Palombaio ed un’altro a quella di Mariotto, che si occuperanno più nello specifico delle questioni connesse alla riqualificazione, rigenerazione e connesione delle due frazioni con il Centro Urbano.
  • L’Assemblea Partecipativa sarà costituita da tutti coloro che seguiranno le attività promosse dal UCB durante le adunanze pubbliche. Possono prendere parte alle attività dell’assemblea partecipativa del UCB tutti i cittadini.

Art. 6 – Struttura della Comunicazione

La comunicazione istituzionale delle attività svolte dallo Urban Center saranno coordinate dall’Ufficio Stampa del Comune di Bitonto, che si avvarrà delle moderne piattaforme di interazione sociale, messe a disposizione dalla rete, per raggiungere un livello di visibilità adeguato con tutti gli stakeholder presenti sul territorio.

Art. 7 – Sede dello Urban Center Bitonto

Lo Urban Center Bitonto avrà sede al secondo piano del palazzo municipale di piazza Marconi e potrà utilizzare anche gli spazi dell’attiguo Torrione Angioino per le attività di promozione dei risultati e delle proposte che saranno di volta in volta promosse.

Bitonto, 20 ottobre 2015

IL SINDACO
Dott. Michele Abbaticchio

ASSESSORE ALLE POLITICHE URBANISTICHE
Prof. Arch. Nicola Parisi

SERVIZIO PER IL TERRITORIO
Ing. Giuseppe Sangirardi

Regolamento in PDF